lunedì 6 marzo 2017

La ciambella attorno al buco: cronaca di un Consiglio Comunale

Il Consiglio Comunale si apre con un colpo di scena: il Capogruppo del PD, Marco Gallicani, presenta un documento con il quale chiede la non discussione dell'unico punto all'ordine del giorno, "Minacce ricevute dal Sindaco",  facendo riferimento all'articolo 27 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale che così predica:

Art. 27 - Questioni pregiudiziali e sospensive .
1. Ciascun consigliere può proporre questioni pregiudiziali ( cioè la richiesta che un dato argomento non si discuta) o sospensive (cioè la richiesta di rinvio della discussione o della deliberazione).
2. Nella discussione delle predette questioni, prima della decisione del consiglio possono prendere la parola, oltre che il proponente, non più di un consigliere a favore e uno contro e per non più di 3 minuti.
La reazione dell'opposizione va ben oltre i tre minuti concessi da un Presidente apparentemente sorpreso e nella sala consigliere la situazione rapidamente degenera in scambi di accuse e si arriva alla votazione senza la presenza dei consiglieri di minoranza.
La maggioranza votava compatta approvando la "questione pregiudiziale" senza peraltro illustrarne la motivazione. In omaggio alla forma avremmo preferito che il Presidente si astenesse dalla votazione in quanto firmatario dell'avviso di convocazione, ma tanto vale, in fin dei conti tra tante stecche una nota stonata non fa storia.

Particolarmente accese le rimostranze dei Consiglieri Francesca Gambarini, Gabriele Rigoni e Giuseppe Comerci che si ritrovano in questo messaggio postato su Face Book pochi minuti dopo la chiusura della seduta consiliare.



Oggi il sindaco Massari e la sua maggioranza hanno annullato la democrazia. Non abbiamo iniziato neppure a discutere. Il Pd ha deciso che non si poteva e non si doveva, presentando una pregiudiziale e impedendo il dibattito. Qualcosa di gravissimo e mai successo prima. A quanto pare la discussione preoccupava il sindaco. Chissà magari sarebbero potute venire fuori questioni, ad ora sconosciute, che riguardavano il blog Piazza Fidenza!? Un blog in cui gli insulti la facevano da padrone e per il quale ci sono stati strascichi giudiziari. Quanto accaduto è molto grave anche perchè costituisce un precedente. Da oggi in poi quando qualcosa non piacerà al Pd non si discuterà più? E' tutto assurdo... Il Pd parla sulla stampa e non con noi in Consiglio? Chissà come mai...


2 commenti:

  1. Germano Meletti7 marzo 2017 00:03

    Questa sera abbiamo avuto un esempio di esercizio della democrazia, così come quando su Piazza Fidenza si denigrava chiunque non fosse amico, così come il tacere sulla Di Vittorio, così come l'eliminazione della vicesindaco Alessia Gruzza, così come il prelevare dalle loro abitazioni extracomunitari da far votare alle primarie (come è successo in Liguria ed in Campania), così come..... beh, adesso andatate avantoi voi io mi sono già stufato

    RispondiElimina
  2. Anonimo di Borgo7 marzo 2017 10:49

    ABBASSIAMO I TONI.
    Cari Consiglieri Comunali siete stati eletti per Amministrare Fidenza e non per soddisfare i vostri capricci di rivalsa su questioni personali ormai datate che vanno solo dimenticate per un rapporto amministrativo corretto e rispettoso fra Maggioranza e minoranza.
    Dove sta la capacità di ascoltare e replicare puntualmente e puntigliosamente alle argomentazione poste e non condivise; solo quando non si è capaci si cade nell'offesa attraverso le urla ( vedi il cattivissimo esempio di alcuni politici nazionali che vi ricorrono con l'intento di accreditarsi consensi)
    Non sono più un Neòfito della politica, ho sempre saputo ( nel caso del comune di Fidenza ) il Consiglio comunali viene convocato dal Presidente sentito i Capi Gruppo, chiedo il capogruppo Sig. Gallicani ha posto la sua pregiudiziale in quella circostanza ? come era suo dovere ? Perché ha provocato il Consiglio Comunale ? Rendendosi responsabile di come sono andate le cose ? Perché i Consiglieri Comunali non hanno fatto presente tale atto inusuale senza fare chiasso ?
    La polemica non fa buona amministrazione e non porta consensi, quando poi è strumentale inasprisce solo gli animi delle persone, anche se viene riportata dalla stampa.
    Auguro Buon Lavoro ai nostri Amministratori nell'interesse di noi cittadini,
    esprimo stima e solidarietà al Sindaco per le minacce ricevute, alla Consigliera Gamberini per le tristi vicende ormai datate,
    che non abbiano mai più a ripetersi;
    Noi fidentini non meritiamo il Consiglio Comunali di ieri sera.
    L'Anonimo di Borgo

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi