lunedì 31 luglio 2017

Costumi, musiche e danze dall'Africa in Piazza Verdi

Travolti dai canti tribali e dalle danze i fidentini presenti hanno lungamente applaudito la Band Alleluya di Balaka, distretto del sud del Malawi in Africa, nel concerto di domenica 30 luglio in una Piazza Verdi liberata per un giorno dalle auto. Nel finale la partecipazione del pubblico si è concretizzata in movimenti di danza, perla della serata l'invito al Vescovo Ovidio, che non ha esitato ad accennare un passo simbolico di danza.



Particolarmente gradita la sua presenza che ha commosso gli organizzatori e riempito di gioia Padre Mario che quarant'anni fa, missionario in Malawi, ha creato quel piccolo nucleo di suonatori e cantori che oggi è diventata una vera e propria Band che annualmente percorre la penisola coi suoi tour. 
"Zikomo-Grazie-Thank you" il motto del tour 2017,"Costumi, Musiche e Danze" il sottotitolo, "Cantare la Gioia" il motivo che li guida anno per anno alla loro avventura europea.

Padre Mario, che  vive la gioia, ma anche le difficoltà, di un paese povero del centro dall'Africa, ha "raccontato" il Malawi, mentre Maria Pia, assessore alla cultura, ha portato i saluti dell'Amministrazione ed il suo contributo finalizzato alla reciproca conoscenza. Intervento molto apprezzato dagli amici africani, dai loro accompagnatori, dal pubblico e da me.
Silvia Verduri Ponzi, che aveva avviato l'iniziativa e curato i rapporti con Padre Mario, ha aperto la piacevole ed intensa serata che ha visto anche la partecipazione di AmedeoTosi, Presidente del Consiglio Comunale.

Proseguiamo il racconto con queste immagini, seguite da una breve nota, che hanno come sfondo la facciata del Teatro Magnani.









  



Nota:
L’avventura dell’Alleluya Band iniziò nell’anno 1977 ma consisteva in non più di cinque componenti. Dieci anni dopo il primo album musicale. Nel 1989 il gruppo partecipò alla festa dell’accoglienza di Papa Giovanni Paolo II in visita al Malawi con la rappresentazione “Tiwalandire
a Papa” (Accogliamo il Papa). Questo incontro portò poi la Band a partecipare a tutte le Giornate Mondiali della Gioventù, compresa quella in Polonia nel 2016. Padre Mario Pacifici, animatore della
band, che da quasi quarant’anni vive nella comunità di Balaka guidando la missione di S. Bernadette, ora chiamata S. Luigi da Monfort, è amico della nostra città che ben conosce. Ricordiamo che il fratello don Paolo Pacifici guida la parrocchia salsese di Santa Maria Assunta

3 commenti:

  1. Bella coincidenza con l'arrivo del nostro Vescovo che entra nella vita di questa comunità.
    Lodevole iniziativa che va premiata con riconoscenza e incoraggiamento per chi si impegna a portare avanti tutto il bello che c'è affinché non rimanga in ombra.

    RispondiElimina
  2. Franco Bifani1 agosto 2017 08:40

    Vedo che nessuno ha ricordato, nemmeno di striscio, il grande poeta malawi, Jack Mapanje, che fu cacciato in galera, per quasi quattro anni, per aver osato criticare, nel 1987, l'allora Presidente del suo paese. Forse perché era coi sinistra, perché aveva scritto una poesia come questa, che io leggevo sempre ai miei alunni?
    Avevo fame e voi avete fondato un club a scopo umanitario e avete discusso sulla mia fame. Ve ne ringrazio.
    Ero in prigione e voi siete entrati furtivamente in chiesa a pregare per la mia liberazione. Ve ne ringrazio.
    Ero nudo e voi avete esaminato seriamente le conseguenze morali della mia nudità. Ve ne ringrazio.
    Ero ammalato
    e voi vi siete messi in ginocchio a ringraziare il Signore
    per avervi dato la salute. Ve ne ringrazio.
    Ero senza tetto e mi avete predicato l'amore di Dio. Ve ne ringrazio.
    Sembravate tanto religiosi e tanto vicini a Dio.
    Ma io ho ancora fame, sono ancora solo, nudo, ammalato, prigioniero e senza tetto.

    RispondiElimina
  3. purtroppo non lo sapevo , ho perso il tempo della serata con parenti in trattoria . Amen Umberto zanella

    RispondiElimina

Ädèssa a vüätar . Adesso a voi